Valle Agricola Home page

 

 

Valle Agricola

 

Chiesa dell’Annunziata o di S. Croce

 

(testo tratto da Luigi Cimino, Valle Agricola, paese mio, 1999, pp. 40-44)

 

 

La chiesa a due navate (insolita pianta composta da una navata centrale ed una laterale), recentemente restaurata, conserva la sua caratteristica di chiesa rupestre, con una doppia scala d’ingresso ed il piccolo campanile incorporato nella facciata. posta sulla via vecchia per Prata (unico accesso al paese fin quando fu costruita la carrozzabile per Ailano e Vairano Patenora).

Teneva annesso l’ospedale, ed dedicata alla S. Croce, ma questo titolo fu trascurato quando assunse la funzione ospedaliera. Importante appunto l’altare della S. Croce, nella navata di destra.

tutto in marmo, con abside semicircolare con un affresco in parte rovinato, ma artistico. Nella semiluna superiore rappresentato il Pantocrator che, sulle nuvole, in manto rosso scarlatto, regge con la sinistra il Mondo, mentre con la destra traccia un solenne gesto di benedizione.

Nella zona centrale si vedono quattro angeli; i due laterali resi vivi dallo sfondo indovinato della conchiglia e i due centrali che, lieti, accompagnano con gli strumenti il loro canto.

La zona inferiore la pi rovinata: divisa in quattro sezioni da colonne corinzie che formano un loggiato su cui si affacciano quattro figure di santi.

Molto interessante la lapide a sinistra dell’altare che recita testualmente: “haec sancta ab universitate fuit erecta a fundamentis ac dotata an. o. mos. et huc traslata an. ubi orabit sacerdos pro peccatis populi”.

A destra, invece, c’ uno stemma che potrebbe considerarsi il vero stemma di Valle Agricola, stando a ci che dice la lapide esplicativa di sinistra (ab universitate, cio dal Comune): una torre con quattro merli, una porta inferiore ad arco e sui merli un uccello rapace che non si sa se li per difenderla o per attaccarla.

 

Non meno importante l’altare della Madonna delle Grazie per la pala d’altare formata da tanti quadri sacri di pittori locali.

La statua della Madonna del VII-VI secolo.

Anche la statua di S. Nicola molto antica.

Interessante anche un quadro di S.Michele di A. Ciallella del 1859; vi si conservano pure dei quadri di Bocchetti donati dal vescovo Noviello e raffiguranti la Madonna, S. Rocco, S. Sebastiano.

 

Valle Agricola Home page