Il Medio Volturno               Home page  

 

 

 

  I ponti del Medio Volturno

 

(da Marrocco Dante, Guida del Medio Volturno, 1986, pp.167-68)

In epoca romana il Volturno fu varcato col ponte oggi detto d’Enfierno (detto pure Oliferno) fra Baia e Latina e Sant’Angelo, di cui restano due piloni, e dal ponte degli Anici fra il territorio di Alvignano e quello di Alife, e da un terzo ponte fra Telesia e Caiatia.

 

Prima del Mille viene ricordato il ponte Oroluni non molto distante dal Lete; si ricorda il ponte Latrone presso Venafro fatto costruire da Federico II nel 1234: vicino aveva l’ospizio S. Spirito, per chi andava alle acque acidule.

 

Fuori la stretta di Triflisco esisteva un altro ponte Latrone.

 

Di epoca pi vicina il ponte di Annibale, costruito da G. G. Fiocca su altro precedente.

 

Importanti sono il ponte Reale fra Venafro e Torcino, fatto costruire da Re Carlo III, abbattuto nel 1943 e ricostruito in seguito; il ponte Maria Cristina fra Solopaca e Telese, pnsile, fatto costruire da Re Ferdinando II nel 1835.

 

del 1868 il ponte Umberto-Margherita tra Alife e Dragoni, abbattuto nel 1943, e ricostruito dall’ANAS nel 1953. Del 1909 il ponte detto dei quattro venti sotto Raviscanina; cost lire 800.000 all’Amministrazione provinciale di Caserta; fu distrutto nel 1943 e ricostruito.

 

Ponti del Medio Volturno che descriveremo:

 

v    Il Ponte d’Enfierno

v    Il Ponte degli Anici

v    Il Ponte Latrone

v    Il Ponte ai Quattroventi:

        Articolo Giuliano

        Articolo Veccia

v    Il Ponte Umberto-Margherita

 

 

Il Medio Volturno               Home page