Ailano Home page

 

 

Stato Geografico (di Ailano)

 

(sintesi tratta da Riccardo Ugo Villani, La Terra dei Sanniti Pentri, 1983, pp. 28-30)

 

 

Il territorio del comune di Ailano, sito tra le pendici Sud-Ovest del Matese e la sponda sinistra del Volturno, si estende su di una superficie di ettari 1549.

L’abitato, posto a cavaliere di una collina, si compone di un solo ed interessante nucleo di vecchi edifici, che man mano, si vanno riformando ed accrescendo verso il lato Est e Sud-Est, e, recentemente, in direzione Nord-Est.

La sua situazione, elevata a 267 metri sul livello del mare, abbastanza riparata dalle correnti atmosferiche, stante la bella chiostra delle pendici del Matese che lo circondano dai lati Est, Nord-Est, Nord e Nord-Ovest.

Il territorio, tenuto conto dei punti estremi della sua figura, presenta un notevole dislivello che, approssimativamente, potrebbe ridursi a metri 318,16 di media altitudine sul livello del mare. I punti di massima e minima altitudine sono la cima delle Coste con m 685 e il confine Sud (Volturno) con m 110.

Per esposizione e per situazione certo ha tutti i pregi dei paesi meridionali.

La forma del suo territorio, variamente frastagliata, potrebbe ridursi ad un vasto ed irregolare poligono romboidale di cui certamente l’abitato non occupa il centro. Le ragioni di questa configurazione e della mancanza di un centro sono varie ed in gran parte sfuggenti alle ricerche. Qui basta far notare che, date le influenze feudali dell’ultimo periodo, le autonomie acquistate dai Villaggi ora Comuni, da esso dipendenti, fecero tagliare i suoi lati Nord-Ovest e Sud-Est rendendolo allo stato attuale.

Preso per punto di partenza il confine Sud tutta la superficie va elevandosi a guisa di anfiteatro verso Sud-Ovest e Nord-Est comprendendo le cime pi elevate nel lato Nord e Nord-Est.

 

Ailano Home page